L’errore 404 è tra i più comuni del web, e sinceramene il più seccante!

Che cosa significa? Semplicemente che il client è in grado di comunicare con il server, ma che il server non ha trovato ciò che è stato richiesto. In altri termini l’errore 404, per come è la mia interpretazione, o meglio, per come sono in grado di spiegarlo a me stesso, indica che non è un errore “tecnico”, non è un cosa che dipende da te o dal motore di ricerca, ma più semplicemente da chi “mantiene” quella pagina.

L’errore 404 ti dice semplicemente che quello che cercavi non esiste, o non esiste almeno in quella posizione, in quel sito o in quella pagina e indica anche che se io non ho fatto bene il lavoro di redirect di quel documento.

Sono una persona molto scostante, mi avvicino e mi appassiono alle cose più impensate e ad un livello di profondità maniacali, per poi semplicemente stancarmene e passare ad un altra. Ovviamente non sono illimitate le cose di cui mi appassiono, anzi ho un interesse ciclico per gli argomenti che -forse- marginalmente tratto nel mio blog.

Ora, è chiaro che non ho fatto i compiti a casa e che quei pochi contenuti dei blog precedenti non sono stati trasferiti o trattenuti, quindi ti chiedo scusa, ma è molto probabile che qui documenti non esistano o che siano stati cancellati. Una cosa che puoi fare, quando ti imbatti in un errore 404, utilizzare la lente di ingrandimento e provare a cercare quel documento, o documenti simili, all’interno del sito.

Buona lettura